SETTEMBRE: per ripartire impara ad ascoltare il tuo cuore

Cosa rappresenta per te settembre? È il cambiamento? La riorganizzazione? Il mese dei buoni propositi? O cosa d’altro? Settembre per me è da sempre il mese per ripartire, il mese in cui lascio andare il vecchio e mi riorganizzo per il nuovo.

Un po’ il mio capodanno.

Questo viaggio è per me una sfida da affrontare verso tutti i miei limiti, che troppo spesso mi hanno impedito di affrontare il viaggio con serenità. Un viaggio verso tutte le mie possibilità senza lasciare spazio al mio “amatissimo” ego che troppo spesso mi ha fatto lasciare i miei sogni chiusi ad ammuffire in un cassetto. 

A te cosa frena? Quali sono i limiti che ti poni?

Proviamo ad affrontarli insieme in questo anno per tutte le donne che vogliono ripartire, scoprire i propri confini e abbatterli o almeno iniziare a farlo. 

Ripartire da settembre è solo una convenzione.Per me che ho lavorato molto nelle scuole settembre rappresenta l’inizio dell’anno, e mi piace pensare che questo valga anche per te.

Settembre mese di buoni propositi, di ripartenze e di sogni…e questo va bene, ma ora è il momento per lasciare che i nostri sogni escano dalla testa e prendano forma.

Per ripartire è necessario ascoltare le nostre vere necessità e concentrarsi su di esse, cercando di non farci trarre in inganno dal pensiero altrui o dai sensi di colpa. 

A volte i buoni propositi sono talmente tanti che non puoi seguirli tutti, allora come fare? Rinunciare a tutto?

Certo potrebbe sembrare molto più facile, ma non è certo un buon obiettivo.

Dobbiamo cercare di essere concentrate su ciò che ci fa stare realmente bene nel momento presente, dal momento che stiamo vivendo, dobbiamo iniziare ad ascoltare il nostro cuore e partire da una cosa per volta.  (Può esserti utile leggere “trova il tuo focus“)

Cominciamo il nostro viaggio da qui e non da ciò che è stato, ricordiamoci sempre che:

 “il passato è ricordo, il futuro è il sogno ma il presente è VITA.”

Come ogni viaggio dobbiamo fare molta attenzione a non riempire troppo le nostre valige, perché non saremmo agili negli spostamenti. È importante darci una linea di viaggio e prepararci a cambiarla ogni qual volta il destino ci pone davanti una strada che ci piace. Non restiamo rigide sulle nostre scelte, potremmo non vedere cosa accade intorno a noi e non godere appieno di ciò che la natura ci offre.

Ti accorgerai che molto spesso le cose che avevi sognato non sono quelle che realmente volevi. Non ti demoralizzare ma stila un nuovo elenco di desideri fatto dalla tua “te” di ora, non di quella che eri ieri e nemmeno la donna che vorresti essere domani. Ascolta il tuo presente.

Settembre, tempo di ripresa, e come dico sempre, la ripresa deve avvenire da te e per te, non per gli altri, il centro del tuo universo sei proprio tu. Inizia a crederci da ora.

Spesso i social ci portano su strade battute da altri convincendoci che sono quelle adatte a noi, ma purtroppo non è affatto così. Dico purtroppo perché molto spesso il nostro sconforto emotivo, che a volte si trasforma in stress, inizia proprio da ciò che vediamo e non ci appartiene, spesso attribuendoci l’etichetta della sconfitta. Etichetta che ci mettiamo da sole e che dobbiamo imparare a togliere velocemente.

Non dobbiamo guardare gli altri per stare bene con noi stesse, dobbiamo imparare a conoscerci e a volerci bene a prescindere.

Il viaggio in questo mondo è troppo breve per sprecarlo inseguendo sogni altrui, e per ripartire ricordati sempre che tu sei la tua priorità.

Quindi la prossima domanda che ti devi fare è “cosa piace veramente a me?” Non preoccuparti se non sai più rispondere, è il sistema degli adulti che ci fa diventare così. Quando eri bambina scommetto che avevi mille sogni tutti tuoi e che non ti lasciavi convincere da nessuno ad abbandonarli. Poi sei entrata nel mondo dei grandi e tutto è diventato difficile a volte addirittura impossibile. Tanto che spesso ti vergogni di dire ad alta voce i tuoi veri desideri.

I tuoi sogni vanno coltivati con cura e amore proprio come si fa con un giardino, se non li rispetti perdono la capacità di stupirti.

Se lasci che le erbacce invadano il tuo spazio non vedi più i tuoi fantastici fiori. È arrivato il momento di ripulire il terreno per far riemergere i tuoi sogni, e non stupirti se non sono più quelli di un tempo, forse saranno ancora più belli e rispecchieranno la tua IO di ora. Non lasciare che i tuoi sogni vengano invasi dalle erbacce perché è proprio in questo momento che perdono la loro forza che si sentono trascurati e tu te li dimentichi.

Fai questo esercizio e senti i benefici della meditazione: ogni giorno siediti in un posto tranquillo, anche solo per cinque minuti e ascolta il tuo cuore. Imparare ad ascoltare il nostro cuore è importantissimo, lui sa molto bene cosa ci serve in questo momento. Immaginalo che sorride. Lascia che i pensieri vadano via.

Imparare a far tacere la testa e a rispettare la voce del cuore è l’essenza del volersi bene. Immagina che il tuo cuore faccia un grande respiro sorridendo. Dai il tuo buon proposito alla giornata e lascia l’Universo faccia il resto. 

Quando ti sentirai pronta per ripartire inizia a scrivere il tuo elenco delle tue necessita o desideri e poi fai una classifica di ciò che ha più importanza per te.

Ricordati di ascoltare sempre il tuo cuore e inizia a realizzare un sogno per volta. Come fosse un giardino da coltivare e da far brillare. Puoi anche iniziare da un efficace decluttering prima di arrivare a te.

Rispetta il tuo giardino.

VIVI

Parti anche tu con il tuo “viaggio di una donna”

Grazia Greppi

Counselor Naturopatico e Teatroterapeuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.